CONTRASTARE L’INVECCHIAMENTO

3 Dicembre, 2017
Pubblicato da

 

 

CONTRASTARE L’INVECCHIAMENTO

 

  • Abituati a pensare all’invecchiamento cutaneo come ad un processo che comincerà ad interessarci “in là con gli anni” quando a tutti gli effetti inizieranno i primi “acciacchi” si tende a pensare i primi trattamenti mirati anti-età debbano essere utilizzati attorno ai 40 anni. Spesso si decide di affrontare la situazione in maniera “drastica” con un cambiamento repentino della routine quotidiana sperando in risultati che spesso disattendono le nostre aspettative . Capita, dopo un periodo particolarmente difficile e stressante fatto di impegni lavorativi e familiari, di guardarci allo specchio e improvvisamente notare che il tempo ha lasciato segni inequivocabili sulla nostra pelle: opacità, pori dilatati, macchie e rossori diffusi, piccole e sottili rughe… un mix di manifestazioni che possono conferire al nostro viso un aspetto stanco e appesantito.

  • E’ in realtà necessario iniziare a prendersi cura della propria pelle con un certo anticipo per prevenire la formazione degli inestetismi iniziando ad applicare prodotti in grado di rallentare la progressione dell’invecchiamento cutaneo piuttosto che di camuffarne le manifestazioni.

  • Numerosi studi hanno dimostrato che a partire dai 25 anni di età è possibile rilevare il graduale rallentamento dei principali meccanismi fisiologici a livello cutaneo con perdita di idratazione, oligoelementi e fosfolipidi epidermici ed accumulo di radicali liberi che appesantiscono la funzionalità cellulare con rallentamento del turnover; è noto inoltre che una buona percentuale di individui affronta ancora oggi, la fotoesposizione in tempi e modi inadeguati con notevole peggioramento di tali meccanismi e aumento della precocità di manifestazione delle imperfezioni : la conseguenza è l’appalesarsi di inestetismi quali macchie cutanee ed ispessimento-opacamento della texture cutanea, accanto ad un film idrolipidico di superficie che tende ad assottigliarsi ed a sottili capillari superficiali che iniziano a divenire ipersensibili con comparsa di rossori inizialmente transitori e poi talvolta permanenti.

 

  • Pertanto a partire dai 25-28 anni è importante che la pelle riceva trattamenti specifici ad azione mirata a ridurre e rallentare la progressione di tali processi involutivi: la routine quotidiana che per tante giovani donne è rappresentata da un buon idratante e da un trucco leggero dovrebbe arricchirsi di un prodotto specifico , con una texture leggera e gradevole, in grado di intervenire sul processo di crono- fotoinvecchiamento. Questo al fine di fornire alla pelle oltre che il giusto quantitativo di acido Ialuronico per migliorare il trofismo cellulare e l’idratazione cutanea come anche complessi vitaminici di tipo B, in particolare la Niacinamide, per stimolare il rinnovamento cellulare, fortificare la struttura della pelle e favorire la riduzione delle discromie, e infine catene aminoacidiche ad elevata stabilità per favorire la naturale sintesi di acido Ialuronico.

 

Contrastare l’invecchiamento cutaneo

 

  • L’acido ialuronico rappresenta uno dei componenti fondamentali dei tessuti dell’uomo e conferisce alla pelle proprietà di resistenza e plasticità oltre a rappresentare un serbatoio d’acqua Infatti, contribuisce al grado di idratazione, turgidità e plasticità delle cellule, condizione fondamentale per contrastare l’alterazione fisica indotta ai tessuti e per mantenere una buona funzionalità di barriera protettiva.

La riduzione quantitativa di acido ialuronico induce una sorta di impoverimento tissutale con perdita di tonicità, comparsa di rughe precoci e rapida progressione dei segni dell’invecchiamento cutaneo. In termini di invecchiamento cutaneo dobbiamo considerare che, trattandosi di un processo fisiologico cronico, con il passare degli anni si assiste ad una graduale diminuzione della quantità di acido ialuronico, con velocità e dimensioni del fenomeno differenti a seconda anche delle caratteristiche genetiche peculiari per ciascun individuo. Ne consegue quindi che la comparsa più o meno precoce ed inevitabile dell’ipotonia cutanea può essere contrastata con l’applicazione di prodotti specifici anti-age, creme o sieri per viso e labbra contenenti acido ialuronico in forma salificata, come ialuronato di sodio. In tale forma è possibile regolarne il valore di acidità favorendo la sua idrosolubità. Creme con acido ialuronico nella daily routine anti-age .Una crema o un fluido a base di sodio ialuronato, applicato con regolarità mattina e sera sia sul viso che sulle labbra, aiuta ad offrire alla pelle un elevato grado di idratazione e a contrastare attivamente la progressione dei segni del crono-invecchiamento. Inoltre, se utilizzati durante il periodo di fotoesposizione diretta, aiutano a contrastare l’inaridimento cutaneo indotto dai raggi UV e a favorire i meccanismi cellulari di smaltimento dei radicali liberi.





Categorie

PRODOTTI CONSIGLIATI